Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
54

Cosa vedere a Berlino in 4 giorni

Oltre 200 sconti e offerte a Berlino WelcomeCard Oltre 200 sconti e offerte a Berlino scopri tutti i vantaggi della welcomecard

Avete quattro giorni per conoscere Berlino. La storia affascinante della capitale è incisa nei suoi monumenti e nei simboli del ricordo. Una città rinnovata e ora piena di vita. Ecco un programma per sfruttare al meglio il vostro tempo.


Primo giorno

Il meglio del centro di Berlino

Il primo giorno a Berlino direi di farlo partire da Alexanderplatz, la più nota piazza cittadina una volta zona commerciale. Si trova lì la torre della televisione Fernsehturm, assicuratevi l’entrata. A pochi metri vero ovest il municipio di mattoni rossi Rotes Rathaus sede del sindaco e del governo della provincia autonoma di Berlino.

Oltrepassate il Liebknecht-brücke, sull’omonima straße, e vi trovate accanto il Duomo di Berlino e il Lustgarten, una volta il giardino del Castello di Berlino, sarete approdati sull’Isola dei Musei. Il ponte che vi riporta a terra dal lato opposto è lo Schlossbruecke, il più antico e storico della città. Visitate l’isola e ammirate i principali musei della capitale. Da lì, una passeggiata sul viale dei tigli Unter der Linden vi condurrà alla Porta di Brandeburgo, tra i monumenti più noti.

Oltrepassando la porta a destra si apre il parco del Tiergarten e trovate il Palazzo del Reichstag con la sua cupola, potreste scegliere il tour organizzato. Se dalla porta invece siete andati a sinistra raggiungerete il Memoriale dell’Olocausto e i suoi blocchi di pietra.

Arrivata ora di cena? Vi do un paio di idee nel quartiere Mitte: il ristorante Lokal offre ottima cucina tedesca moderna, il Katz Orange ha ha sapori multiculturali e trovate ottime bistecche al Chicago Williams. Un posticino molto carino è il ristorante vietnamita District Mot ispirato allo street food.

Secondo giorno

Tra storia e modernità: dal Check Point Charlie a Potsdamer Plaz

A Berlino da soli due giorni, sarete ancora energici. Un’idea è partire dalla stazione di Französische Straße sulla linea U6, rimaniamo nel quartiere di Mitte. Spuntate nel mezzo di Friedrichstrasse circondati da brand stores e centri commerciali. Se volete, fate un giro tra negozi. Poi raggiungete Gendarmenmarkt, con i suoi duomi gemelli (Deutscher Dom e Französischer Dom) e la Konzerthaus, è tra le più belle piazze in città. Rimettetevi sulla Friedrichstrasse e continuate verso sud, ecco il Check Point Charlie il più famoso posto di blocco del periodo del Muro, con annesso museo.

Poco distante un’esposizione all’aperto è la Topografia del Terrore, una mostra che documenta quel luogo che una volta era il quartier generale della Gestapo, da dove guidavano la persecuzione nazionalsocialista. Non è lontana l’ultra moderna Potsdamer Platz, oggi centro direzionale e commerciale frutto di un ambizioso progetto architettonico. Visitate il Sony Center un complesso di edifici e intrattenimento per turisti. Al suo interno ha riaperto nel 2001 il Café Josty, risalente ai primi del ‘800 e noto punto di ritrovo per artisti.

Una buona alternativa per la cena è la Steackhaus Maredo con carne argentina di prima qualità, uno stile prettamente americano nell’Andy’s Diner&Bar e sapori internazionali e raffinatezza al Vox Restaurant come anche all’Oktogon, di origini antiche. Piatti tipici tedeschi nel Midtown Grill.

Terzo Giorno

La vita dei quartieri alternativi: da Kreuzberg a Friedrichshain

Dopo aver assaporato la storia di Berlino attraverso i suoi monumenti e i simboli del centro città, oggi direi di andare a Kreuzberg. Il museo di arte contemporanea Berlinische Gallerie e il Judisches Museum, il più grande museo ebraico d’Europa, non sono lontani l’uno dall’altro, partite con una visita. Poi dirigendovi verso Oranienstrasse entrate nel suo cuore alternativo tra kebab e cibo di ogni dove, locali e negozi.

Contemplate i graffiti e lo stile della strada, intanto spostatevi verso il Görlitzer Park, non è tra i più belli in natura ma è parte della vita di quel luogo. Sarete nel Wrangelkiez dove si abita in palazzi graziosi e intorno alle acque dei canali. Artisti, creativi e studenti si stabilirono qui per i prezzi accessibili, un’area MultiKulti con ristoranti, birrerie, piccoli e amabili negozi.

Prossima direzione, il ponte di mattoni rossi Oberbaumbrücke, camminate con la vista del fiume Sprea che spacca in due la città dando un’occhiata ad est. Una volta terminato, giratevi a sinistra e vedrete il Muro di Berlino o quello che ne rimane. È l’inizio dell’East-Side-Gallery, 1300 metri di graffiti in una mostra all’aria aperta. Poi, un tuffo nel quartiere di Friedrichshain: era quello operaio, ora è uno dei più vivaci di Berlino. Se ci capitate durante il weekend, non perdete il mercato di Boxhagener Platz. In più graffiti, ristoranti, botteghe fanno muovere la vita quotidiana, locali, bar e molti dei migliori club di Berlino sono lì per la notte. Mangiate qualcosa nei paragi e andate a ballare!

Cerchi un'offerta per dormire a Berlino?

  • Prezzo più basso garantito e assistenza clienti in italiano
vedi disponibilità mostra disponibilità mostra disponibilità

Quarto giorno

Assaporare la città: a spasso per il quartiere di Prenzlauer Berg

Vi sarete svegliati con calma ed è l’ultimo giorno. Fate visita al quartiere di Prenzlauer Berg, posto che oggi ha cambiato volto più di altri e che accoglie ridenti famiglie, giovani creativi e professionisti, tra strade deliziose e angoli di verde. Negozi, boutique, antiquariato ma anche food e divertimento. Colpito in malo modo dalla guerra è stato completamente ricostruito ma conserva in parte l’architettura di un tempo.

Se ci capitate di domenica mattina trovate il consueto mercatino delle pulci del Mauerpark, una distesa di bancarelle e di colori, dove in estate musica e spettacoli animano il prato, si può mangiare e si può bere. Una passeggiata sulle principali arterie del quartiere vi mostra il centro culturale del Kulturbrauerei, sulla Schonauseralle, e il Prater su Kastanienallee, il più antico Biergarten della città.

Se vi è venuta fame, visto che siete qui, provate il piatto tipico della città e ordinate un Curry Wrust al Konnopkes Imbiss, vecchio chiosco collocato sotto il ponte della metro di Eberswalder Straße, dicono sia uno dei migliori. Il resto datelo all’improvvisazione.

pubblicato il 30/03/2016
aggiornato il 06/10/2017
54
Quanto ti è stato utile questo articolo?

Alloggi a Berlino per tipologia

VIVI Berlino è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0