Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni

East Side Gallery: La galleria d'arte dei graffiti a cielo aperto

Rendi speciale la tua visita al Muro di Berlino con un tour guidato da 12 Scopri le offerte

L’ East-Side-Gallery, il tratto più lungo rimasto di una sezione del Muro di Berlino, trasformato in una galleria d’arte di graffiti a cielo aperto, opera di street artists provenienti da tutto il mondo per commemorare la libertà riconquistata. Un monumento che incorpora e trasmette all’istante il grande valore simbolico che rappresenta, comunicando al mondo la sua storia triste, tormentata e angosciante. Provate a camminarci accanto, sarà difficile rimanere indifferenti.

Cerchi un hotel vicino la East Side Gallery?

  • Prezzo più basso garantito e assistenza clienti in italiano
vedi disponibilità mostra disponibilità mostra disponibilità
Informazioni

Due muri paralleli e uno spazio centrale chiamato “striscia della morte” componevano quello che era il Muro di Berlino. A dividere il quartiere di Kreuzberg (ovest) e quello di Friedrichshain (est) ci pensa il fiume Sprea, ecco perché in questo tratto il muro fu costruito solo sul versante est: la Sprea coincideva e sostituiva la striscia di terra di confine, per cui non fu necessario costruito il versante ovest del muro. La soluzione fu semplice, sull’altra sponda del fiume iniziava Berlino ovest, quello che rimane di quel tratto costruito ad est è la East-Side-Gallery (da qui il nome).

East Side Gallery graffitofoto via wikipediaCompreso tra l’Oberbaumbrücke (il ponte di Oberbaum) e la stazione ferroviaria di Ostbahnhof, il muro corre lungo Mühlenstrasse. Si tratta di un frammento lasciato indistrutto in memoria della riunificazione del paese, e trasformato nella più lunga galleria d’arte all’aria aperta del mondo. I suoi 1,316 metri di lunghezza , mettono in mostra circa 106 murales offerti da street artists internazionali.

Siamo nel 1990 quando 129 artisti, provenienti da 20 diversi paesi del mondo, furono chiamati al cospetto del muro con lo scopo di dipingerne il lato orientale con temi ispirati alla pace e alla riunificazione. C’era bisogno di esorcizzare quel sentimento di angoscia legato alla sua storia, di ricoprirlo di colori, di slogan e di immagini, cosa che avvenne sotto la spinta di un motivato entusiasmo creativo. Fu donata nuova vita a quei pannelli in cemento armato, gli stessi che hanno diviso in due una città per ben 28 anni e reso impossibile la circolazione tra l’est e l’ovest, quelli che hanno separato famiglie, procurato la morte e mostrato fino a che punto può arrivare la follia umana.

L’East-Side-Gallery nel ‘91 è stata eletta memoriale internazionale alla libertà e, dopo 25 anni, continua ad essere l'unico monumento autentico della riunificazione, con più di 3 milioni di visitatori ogni anno. Alcuni tra i graffiti esposti sono diventati popolari tra i più, pensiamo per esempio a quello del bacio fra Erich Honecker e Leonid Brežnev o quello della Trabant che sfonda il muro.

Si decise di risanare i murales in due occasioni, nel 2000 e ancora nel 2009, ma oggi quel muro è lasciato lì a decomporsi lentamente, dimenticato e fermo in un’aria cadente. L’ipotesi che possa scomparire senza troppi ripensamenti, sembra diventare sempre più una realtà.

Tour e Attività

Dove si trova

Come arrivare

Il modo più semplice per raggiungere l'East Side Gallery è in metropolitana linea U fermata Schlesisches Tor.

  • Foto copertina di El-Moe via Flickr
Quanto ti è stato utile questo articolo?
  • Per niente
  • Non molto
  • Abbastanza
  • Molto
  • Estremamente
Valutazione media di 13 persone
Nasco a Salerno dalla quale mi allontano appena maggiorenne. Muovo di città in città col desiderio di conoscere, finché approdo a Berlino, luogo in cui continuo a vivere e crescere. Le cose che mi riescono meglio sono scrivere e immaginare.

Commenti

Alloggi a Berlino per tipologia

VIVI Berlino è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0